Investi il tuo denaro con saggezza

il blog di finanza personale e libertà finanziaria

VAI ALL'INTRO
Investiamo.biz

L’interesse composito.

Analizziamo la definizione ed il funzionamento dell'interesse composito e perché ci è utile conoscerlo per i nostri investimenti.
24678__vmaster_v151
Dando per scontato che tu già conosca cos’è un interesse, limitiamoci a ricordare che il tasso di interesse può essere distinto in due categorie:
  • l’interesse semplice
  • l’interesse composto
1 – L’interesse semplice L’interesse viene definito semplice quando, una volta maturato sul capitale sottostante, non genera a sua volta ulteriore interesse, cioè non va ad aggiungersi al capitale investito. Se per esempio investiamo 1000€ ad un tasso di interesse del 5% annuo, significa che ogni anno riceveremo 50€, ed il nostro capitale resterà invariato. 2 – L’interesse composto L’interesse viene definito composto, quando una volta maturato va ad aggiungersi al capitale investito, concorrendo alla base investita, e iniziando a generare a sua volta interesse. Sul lungo periodo l’effetto moltiplicativo dell’interesse composito offre risultati sorprendenti.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *